Zillion of Bullets

Shootout at the HK Mart

Una nuova droga, il “Monsoon”, si diffonde fra le strade di Hong Kong; fra le vittime il giovane Chin-Chin, piccolo amico di Mike Mc Namara, ora all’ospedale in coma.
Mike vuole trovare gli spacciatori per fargliela pagare e si mette in cerca di un detective privato per le indagini: ovviamente propone il caso a Mary Han.

La detective si mette subito in contatto con il suo amico sbirro ed il terzetto si lancia in azione dopo un breve pranzo all’Eating Counter di Temple Street.

Mentre i tre bazzicano per il quartiere di Wanchai sia Mary che Lawrence notano un gruppo di brutti ceffi che si introduce in un HK Mart ( supermercato).

Mentre decidono per una linea d’azione vengono interrotti da un suono loro ben noto: un’arma automatica esplode alcuni colpi dall’interno del market.

Segue un’irruzione nel negozio: " Fermi tutti, polizia!" urla Lawrence, ben sapendo che sarà tutto inutile.

Il capo della banda sta puntando una mitraglietta al commesso dello Store, al suo fianco uno dei suoi sgherri spalanca gli occhi ed urla: " Cazzo Eddie! Sbirri!" .

Quella che segue è la tradizionale sparatoria da supermercato .

Dagli scaffali oltre le casse spunta un uomo barbuto con impermeabile: " Beccati un po’ di piombo dal vecchio Duster, fottuto piedipiatti!" grida l’uomo mentre fa esplodere un colpo di shotgun contro il sergente Lau Tse.

Law-Law si tuffa di lato per evitare la rosa di colpi ed alle sue spalle una vetrata si infrange in una pioggia di schegge. Lawrence si lancia in un carrello e sfreccia fra le corsie cercando i criminali con lo sguardo, uno a destra ed uno a sinistra cadono sotto i colpi della sua 357 Magnum.

Mary Han decide di occuparsi dei rapinatori alla cassa: si libera velocemente del primo sgherro, ma Eddie, il capobanda, si rivela un osso più duro; Mary scaglia un flacone di spezie piccanti in aria e lo fa esplodere con un proiettile, Eddie, colto alla sprovvista, comincia a tossire e piangere mentre la detective corre sugli scaffali e gli assesta una ginocchiata alla mascella che lo butta gambe all’aria.

Qualche cliente urla e si nasconde fra le corsie, i rapinatori fanno volare piombo da ogni lato, Eddie gira su se stesso urlando e sparando all’impazzata col suo Uzi, Lawrence e Mary vengono anche colpiti di striscio.

Il buon vecchio Mike capisce che è ora di mettersi all’opera: corre fino agli articoli sportivi, apre un tubo di palline da tennis (sport da finocchi europei, ma che cazzo! Si fa con quello che c’è!) e ne scaglia tre come neanche il miglior lanciatore di Major League. Il bersaglio è un rapinatore che cercava di arrivare alle spalle di Law.

Colpo alla fronte, strike uno.
Colpo allo sterno, strike due.
Colpo alle palle, strike tre.
Eliminato.

I nostri eroi si liberano rapidamente degli sgherri rimasti ma Eddie e Duster sono ossi duri, il primo si trova faccia a faccia con Mary e cerca senza successo di accoltellarla, Duster invece, ferito da Lawrence al ginocchio si trova in una lotta senza quartiere con l’americano che cerca di impedirgli di sforacchiare di nuovo il suo compagno.

I due si spostano nel reparto carni, Mike riesce a sottrargli lo shotgun, ma il delinquente estrae un revolver e cerca di atterrarlo scagliandogli contro un quarto di manzo.

Lau Tse, ferito alla schiena da un paio di pallettoni, accore a dar man forte all’amica: sbuca alla destra di Eddie che gli punta contro il mitragliatore, il poliziotto però è più rapido, torce il polso al delinquente e gli spinge l’indice sul grilletto.

La testa di Eddie esplode come una Piñata ad una festa messicana.

Dawn of the dead head explosion

Mary strizza l’occhio all’amico anche se un po’ disgustata dalla scena, poi corre verso Mc Namara fra gli scaffali ribaltati dell’ HK Mart, lo trova in lotta con l’ultimo rapinatore:

Mike è alle spalle di Duster e lo sta strangolando con una catena di salsiccia.

La bella detective è un po’ perplessa, non volendo ferire il suo cliente opta per un tentativo di disarmare e spara alla Colt del malvivente insalsicciato.

La mira è buona, ma non perfetta, il proiettile della sua Desert Eagle arriva al polso, staccando la mano di netto.

Duster osserva sbigottito il moncherino che spruzza sangue a fontana, poi muore.

Una perquisizione dei criminali prima dell’arrivo della polizia rivela alcune bustine di una particolare droga: eroina mista ad un’altra sostanza. Il simbolo sulle buste, una nuvola da cui scroscia pioggia, non lascia dubbi: si tratta del Monsoon.

L’arrivo delle forze dell’ordine, sotto il comando del capitano Wang, è foriero di informazioni: Wang conferma a Lawrence che la droga è Monsoon, probabilmente spacciata dai Brass Monkeys ( Scimmie d’Ottone), una gang del luogo.
Il capitano indirizza il collega ed i suoi compagni al Lavender Club, una disco underground ricavata da un magazzino dove si ritrovano i Bass Monkeys ed il loro pusher di punta: Billy Dang.

Mary, Mike e Lawrence si danno appuntamento alla sera stessa dopo aver studiato un piano d’azione in un topless bar.

CONTINUA

Comments

FedericoGennari

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.